Buche in strada: ecco cosa fare per essere risarciti

buche-stradaIncappare in una buca presente in una strada è un’ipotesi purtroppo quanto mai possibile, specie nei mesi invernali e in comuni sempre più a corto di risorse finanziarie. Ma come tutelarsi ed ottenere il giusto risarcimento dalle amministrazioni competenti?

Ecco una breve guida che illustrerà passo dopo passo cosa fare nell’immediatezza del fatto per raccogliere tutti gli elementi indispensabili per poter chiedere il risarcimento.

Cristallizzare la scena dell’accaduto.

E’ necessario fare quante più fotografie possibili del manto stradale. Al giorno d’oggi grazie ai cellulari è una cosa più che fattibile. Non dimenticate di fare anche una panoramica generale della strada (in modo da individuare l’area urbana o extraurbana ove si è verificato il danno); una o più al preciso segmento di asfalto interessato dalla fossa; una alla ruota dell’auto che si è rotta e agli ulteriori ed eventuali danni

Chiamare le autorità.  

Se la fossa è particolarmente profonda ed insidiosa, sarà il caso di far intervenire: la polizia stradale. L’arrivo delle forze dell’ordine garantisce la redazione di un verbale che è atto pubblico e che farà piena prova in caso di giudizio contro il proprietario della strada.  

Ricerca dei testimoni

Se non si era da soli in auto, si ha già il testimone che  assicurerà la vittoria della causa. Diversamente, sarà bene scendere dall’auto e chiedere la disponibilità di qualcuno, meglio se ha visto la scena.

Recarsi al pronto soccorso

A questo punto, se c’è qualcuno che si è fatto male è sempre meglio recarsi al pronto soccorso per ottenere, anche in questo caso, una certificazione medica che attesti lo stato di salute e il danno alla persona. Ciò sarà necessario per ottenere l’ulteriore liquidazione del danno.  

Il preventivo o la fattura

Sarà utile, ai fini della quantificazione del risarcimento, farsi rilasciare un preventivo per la riparazione del mezzo. Andate, quindi, dal meccanico di fiducia e facendosi firmare un’attestazione della presumibile spesa necessaria per riportare a nuovo l’auto. Se, invece si è già provveduto alla riparazione, sarà necessario conservare la fattura.  

Inviare la raccomandata con tutti gli allegati

A questo punto si potrà richiedere il risarcimento del danno all’ente responsabile della manutenzione stradale (per le strade urbane è il Comune; per le autostrade è l’Anas). È necessario, a tal fine, inviare una diffida, in cui farete riferimento al luogo, alla data e alle modalità del sinistro. Si dovrà allegare le fotografie che rappresentino sia la buca sulla strada nonché i danni subiti alle cose. In caso di danni alle persone, bisognerà inviare anche il certificato medico. Se sul luogo è intervenuta la pattuglia, bisognerà darne menzione nella diffida.

Tiny URL for this post:
 

Posted in: Guide

I Commenti sono disattivati.